Matteo Favero

Ho 37 anni e sono cresciuto nel territorio dove sono candidato.
Si tratta del collegio di Castelfranco Veneto che comprende questi comuni: Castelfranco Veneto, Castello di Godego, Istrana, Loria, Morgano, Paese, Quinto di Treviso, Resana, Riese Pio X, Vedelago, Zero Branco, Martellago, Noale, Scorzè. Dopo gli studi in Scienze Internazionali e Diplomatiche a Gorizia, sono arrivato a Roma come consulente del Governo per la Cooperazione italiana in Etiopia ed Eritrea: da quel momento ogni settimana mi divido tra Treviso e Roma. Dal 2007 lavoro con il PD alla Camera dei Deputati occupandomi di ambiente, green economy, agricoltura di qualità, Made in Italy e innovazione e sono presidente della Associazione nazionale per il clima Globe Italia. Con gli amici di CUAMM-Medici con l’Africa ho curato il primo progetto italiano di ospedale sostenibile a Wolisso. Ho deciso di candidarmi alle politiche del 2018 con il Partito Democratico per ridare fiducia alle persone della mia terra, affinché il Veneto, in particolare la Marca trevigiana e il Veneziano, si confermi terra di lavoro e di sviluppo e diventi anche sempre di più riferimento per la sostenibilità, la solidarietà, l’inclusione e i diritti, consapevole della sua capacità di affrontare le sfide del domani. Mi sono messo in gioco per rappresentare in Parlamento la forza del territorio in cui ho sempre vissuto e che amo. Per guardare con fiducia alle sfide del futuro non ci sono oggi ricette straordinarie o promesse improbabili da fare. La mia promessa è fatta dell’impegno, del lavoro e della concretezza che voglio mettere a disposizione per continuare la stagione di riforme intrapresa dal PD. Il mio riferimento è quell’antica tradizione, fortissima nel Trevigiano e nel Veneziano, di valori, di lavoro e di solidarietà frutto dei sacrifici e del sudore delle nostre madri e dei nostri padri. Il mio dovere è portare avanti questo patrimonio per una società più equa e coesa, senza lasciare nessuno indietro, per un Veneto più giusto, più bello e più forte.